gamerslance.com

Test di rischio su PS4


Dopo averci offerto una versione digitale del famoso Monopoly alla fine dello scorso novembre, sembra che Ubisoft e l'editore di giochi da tavolo Hasbro abbiano deciso di fare lo stesso con altri classici dei giochi per famiglie. Dall'inizio del mese, il gioco di strategia Risk è quindi disponibile sul PlayStation Store di PS4. Vediamo cosa offre questa versione con joystick in mano in più rispetto a quella tradizionale.

Un'avanguardia, Risk

Prima di entrare nel vivo della questione e della versione digitale del gioco, una piccola presentazione della versione plateau e delle sue regole sembra essenziale. Il rischio è soprattutto un gioco di strategia in cui bisogna anticipare i colpi dei giocatori nemici e le proprie strategie. Il punto di partenza di ogni partita è molto semplice: ogni giocatore ha all'inizio del gioco un numero uguale di unità di combattimento che distribuisce a suo piacimento, così come alcuni territori della mappa del mondo. L'obiettivo è ovviamente conquistare tutti i territori. È nei mezzi per arrivarci che si complica. A loro volta, i diversi giocatori decidono di attaccare un territorio che giustappone uno dei loro, tutte le volte che desiderano durante il loro turno. Qualunque cosa accada, ogni volta che un giocatore prende il controllo, riceve almeno 3 unità di rinforzo da posizionare dove vuole su uno dei suoi territori. Questa cifra cresce con il numero di territori conquistati e, soprattutto, quando un intero continente è detenuto dalla stessa persona. Così, il continente asiatico porta ad esempio 7 unità per turno quando viene conquistato mentre l'Africa, che ha meno territori, ne riporta 3. Il fatto di guadagnare determinati territori ti dà diritto, in più, a carte rinforzo. Mettendoli da parte e combinandoli prima del tuo turno, puoi guadagnare fino a 18 unità bonus. Molto apprezzabile per fare un tuffo quando non sei atteso in un posto.







Per quanto riguarda i combattimenti, per il gioco da tavolo come per il videogioco, è con i dadi che tutto si risolve. Se l'attaccante usa più di tre unità per attaccare, ha tre dadi di attacco. Se un'unità sta difendendo nel territorio attaccato, il difensore avrà diritto a un dado. Due dadi difensivi se ci sono due o più unità. Il dado con il numero di attacchi più alto viene messo in "battaglia" contro il numero di difensori più alto. Lo stesso vale per il secondo. Quando un dado batte l'altro, il perdente perde un'unità e si ricomincia. Ad esempio, se l'attaccante ci dà un 5 - 5 - 1 e il difensore un 6 - 6, l'attaccante perde due unità e giochiamo di nuovo finché l'una o l'altra non viene decimata. Spiegato in questo modo, può sembrare complicato ma il videogioco fortunatamente semplifica tutto ciò.

Correre il rischio

Anche se il principio generale per conquistare il mondo è identico al gioco da tavolo, i combattimenti sono semplificati su PS4. Una funzione di combattimento automatico permette di andare subito al risultato senza passare attraverso le fasi dei dadi, il che accorcia notevolmente i turni di gioco. Ubisoft ha comunque voluto mantenere il principio di chance dei dadi poiché un attacco di 6 contro 3 potrebbe benissimo causare il attaccante da perdere. Non è quindi raro infuriarsi per un risultato illogico perché il vizio a volte è fortemente spinto e ci si chiede come sia possibile avere tanta sfortuna. Fortunatamente, la logica è rispettata nella maggior parte dei combattimenti, anche se le battute d'arresto avvengono per caso nei momenti peggiori.



La strategia è comunque molto presente e bisognerà preparare in anticipo le sue mosse, come negli scacchi. Se spesso vuoi muoverti con il tuo intero esercito per avanzare su territori nemici, devi pensare che dietro di essa c'è la porta aperta alla possibile perdita di un intero continente. Perché se le regole del gioco richiedono di lasciare un'unità minima in ogni territorio per mantenere il controllo, il possesso di un continente può essere annullato molto rapidamente.


Il fatto di non saltare automaticamente i combattimenti darà diritto ad una simpaticissima piccola animazione con i dadi che vengono lanciati e una rappresentazione delle unità presenti sotto forma di carri armati, aerei e truppe di fanteria, nonché l'evoluzione della probabilità di vittoria da una parte o dall'altra. Sfortunatamente, le partite già lunghe possono sembrare infinite senza l'uso della modalità automatica per la maggior parte dei combattimenti.

Stiamo rischiando

Il rischio è ovviamente un gioco multiplayer ed è per questo che la versione online è giocata fino a 5 persone in locale o online. Se sei solo, è ovviamente l'intelligenza artificiale che prenderà il posto dei dittatori che stanno diventando avversari. C'è sicuramente la preoccupazione principale del titolo di Ubisoft. Quando affronti una o più IA, le reazioni del nemico ti impediscono di ideare effettivamente una strategia logica, poiché l'IA non lo è. Aggiungete a ciò che è semplicemente possibile accelerare la velocità di gioco dei nemici solo leggermente e questa modalità vi farà impazzire rapidamente con partite molto lunghe. C'è effettivamente una salvaguardia ma l'interesse è ovviamente limitato.


Il grande punto culminante, tuttavia, viene dalla modalità online poiché puoi giocare a partite gratuite o unirti a un campionato immaginario, dove vincere una partita contro altri giocatori ti fa guadagnare punti per passare a un campionato superiore. La difficoltà e la strategia assumono qui il loro pieno significato poiché durante un gioco del genere, riceverai presto un messaggio da un altro giocatore su PSN per costruire un'alleanza e una strategia comune. Il gioco diventa ancora più avvincente con queste alleanze effimere o meno, visibili o meno, e questi tradimenti che ribaltano la situazione. Sfortunatamente, quando un giocatore viene disconnesso, torna al precedente problema di IA, sebbene l'impatto sia minore.



Statistiche di fine partita

Verdetto: 6.5/10

Se la versione Risk per PS4 non rivoluziona il gioco da tavolo, l'adattamento è fedele al suo modello, con alcuni piccoli stratagemmi per semplificare il gameplay. Ci sarebbe comunque piaciuta la possibilità di dare più ritmo al turn-based, oltre che un'IA degna di un gioco strategico, anche se la complessità del titolo non dovrebbe rendere le cose facili. La modalità multiplayer locale in ogni caso promette buone serate con amici appassionati del genere, mentre online è il vero pezzo forte!




Aggiungi un commento a partire dal Test di rischio su PS4
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.