gamerslance.com

REVISIONE Face - L'ultimo e degno incubo successore di PT?


Ricorda. Siamo nel 2014 quando un oscuro gioco gratuito arriva sulla piattaforma di download di Sony. Sviluppato da uno studio sconosciuto al battaglione, 7780s Studio, PT (per Playable Teaser) avrà terrorizzato i giocatori con un concetto semplice ma ottimamente messo in scena: eseguire la stessa parte del corridoio più e più volte, nuovi eventi che modificano l'esperienza. i passaggi se ne vanno, mentre una sinistra entità spettrale infesta il luogo. Sarà necessario arrivare alla fine dell'esperienza per scoprire che questa enigmatica demo era in realtà un preambolo di un nuovissimo gioco Silent Hill con Norman Reedus (The Walking Dead, Death Stranding) nel cast e Hideo Kojima ai comandi, in collaborazione con il regista spagnolo Guillermo Del Toro. Sfortunatamente, il destino ha deciso di porre fine al progetto con il licenziamento di Hideo Kojima da Konami. Anche se non abbiamo mai avuto il gioco finale, questa esperienza è stata abbastanza significativa da influenzare i creatori e dare vita a vari progetti. Tra loro, Visage appare come un potenziale figlio spirituale. Dopo un crowdfunding di successo e due anni di accesso anticipato, siamo finalmente di fronte a questa porta, pronti a inghiottirci nell'orrore come Alice nella tana del coniglio bianco. Nascondi i bambini.




La tana della follia

Dopo un'introduzione che sembra un suicidio collettivo, Visage ci mette nei panni di Dwayne Anderson, un uomo in cui niente sembra andare molto bene. Man mano che progrediamo, la personalità di Dwayne verrà gradualmente rivelata attraverso filmati narrativi o vari oggetti con cui possiamo interagire. Tuttavia, Visage rimane estremamente evasivo su alcuni punti che menzioneremo più avanti. Come detto sopra, Visage prende le linee generali di ciò che PT ci ha offerto a suo tempo. Non si avrà accesso solo ad un semplice corridoio che si ripete ad anello, ma ad una casa interamente visitabile e la cui superficie non è trascurabile. Diviso in quattro capitoli, Face mira ad affondarci a poco a poco nell'orrore svelandoci gli oscuri segreti che circondano la famiglia Anderson. Se il quarto capitolo risulta essere la conclusione del gioco, i tre precedenti possono essere avviati in qualsiasi ordine e riguardano uno dei membri della famiglia: Lucy, Dolores e Dakan - capirete che il quarto capitolo includerà lo stesso Dwayne.




Ti ricorda davvero qualcosa?

Visage prende la direzione di un FPS in cui il giocatore sarà molto spesso disarmato. Solo per i compagni, Dwayne potrà trovare qua e là alcune candele, lampadine, accendini o anche pillole per calmare la sua salute mentale. Perché sì, come un'amnesia, Visage gioca con la tua psiche. Che si tratti di oscurità o eventi paranormali (porta che si apre o si chiude da sola, luci che tremolano, elettrodomestici che si attivano da soli, ecc.), Il tuo personaggio vedrà il suo picco di panico panico. Diviso in due fasi, una piccola nuvola rossa apparirà nell'angolo in basso a sinistra quando il panico inizierà a prendere il sopravvento su Dwayne. Ignora questo avvertimento e un cervello verrà innestato in sovrapposizione a questa nuvola per indicarti che la follia inizia a impossessarsi di Dwayne. Ciò mirerà ad aumentare il numero di eventi paranormali e il rischio di incontrare un'entità spettrale che probabilmente ti inseguirà. Per calmare una crisi, resta con una fonte di luce o usa pillole che puoi trovare ovunque in questa vasta casa. Ovviamente, le entità che infestano la casa stanno prendendo in giro e alla fine potrebbero spegnere la tua fonte di luce, o persino spegnere le lampadine che dovrai sostituire da solo.

Gli incontri con i defunti abitanti della casa sono sempre fonte di stress, tuttavia operano una routine. Ancora come l'Amnesia, i fantasmi non ti inseguono indefinitamente. Al contrario, sono limitate alle estremità dei corridoi e delle stanze delimitate. Ad esempio, se uno di loro ti insegue dall'atrio e corri a rifugiarti nel garage, il fantasma non dovrebbe (in teoria) mai entrare nel garage. Una volta capito come funziona, ci permette di capire un po 'meglio lo stress per i più ansiosi tra noi. Ovviamente non siamo mai al sicuro da una brutta sorpresa che ci faccia saltare dalla nostra sedia.




Simulatore di paraurti a parete

La proprietà di Anderson è relativamente grande. Quando inizi un capitolo, Visage cerca di indicarti il ​​tuo obiettivo in diversi modi. Che sia attraverso i video da raccogliere, i passaggi bloccati per limitarti a un'area, o attraverso l'uso di oggetti chiave, il gioco varia le idee in modo che l'esperienza non giri troppo in tondo. Sfortunatamente, la ricetta non funziona sempre come previsto. Non volendo utilizzare un promemoria oggettivo che avrebbe potuto essere facilmente trovato nel menu di gioco, molto spesso i progressi sono ostacolati. Non è raro che si rigiri ogni centimetro quadrato della casa alla ricerca del copione o dell'oggetto che farà avanzare la narrazione. Il lavoro di ricerca a volte noioso può essere tanto più laborioso quando gli eventi paranormali mettono ulteriore pressione su di te. Questo rende il gioco molto più lungo di quanto non sia in realtà, con una durata media che varia tra le 6 e le 8 ore a seconda del tipo di giocatore che sei. Ancora peggio, alcuni bug possono semplicemente bloccarti. Eppure già segnalato nel 2018 durante la sua fase di accesso anticipato, il bug della massa che non compare nell'armadietto (armadietto seminterrato che dovrebbe raggruppare i vari oggetti chiave), può semplicemente costringerti a riprendere il gioco zero come è successo a noi . Un bug estremamente frustrante che, speriamo, verrà finalmente risolto da SadSquare Studio.

Alcuni ambienti cambieranno man mano che avanzi. Ouh! Spaventoso

Un altro problema è la gestione caotica dell'inventario. Non andremo avanti sulla versione PC di Visage, tuttavia per quanto riguarda quelle delle console risulta essere poco chiara e spesso caotica. Ciò è dovuto a una moltitudine di opzioni che il controller non può gestire a causa del suo numero limitato di chiavi. Molto spesso ci troviamo a far cadere un oggetto o non riuscire ad equipaggiare l'oggetto desiderato la prima volta. Ancora una volta, il senso di urgenza che può raggiungerci a questo punto può complicare le cose. Perché sì, anche se inserisci le opzioni, il gioco continua la sua routine. È bene sapere che l'effettiva "pausa" non viene presa in considerazione da una singola pressione del pulsante Opzione. Dovrai selezionare la suddetta opzione nei menu in modo che l'incubo prenda il tempo della tua inattività.




I rumori della casa

Se c'è qualcosa che non possiamo togliere a Visage, è proprio la sua atmosfera. Rari sono quelli che riescono ancora a offrirci esperienze spaventose con la qualità di una doppia, a volte anche di una tripla A. Visage riesce a combinare paura e panico con immagini a volte davvero sbalorditive, anche su PlayStation 4. SadSquare Studio offre idee di messa in scena reali, alcune delle quali possono ricordare un certo Layers of Fear. A questo si aggiunge un piccolo sound design a cipolla che rafforza la sensazione di oppressione. Anche le poche righe di dialogo sono pulite. Abbastanza raro da essere sottolineato, sebbene i dialoghi siano esclusivamente in inglese, Visage ha una moltitudine di sottotitoli incluso il francese! Un'aggiunta significativa, spesso assente da giochi di questo genere. Visage ha anche la sua giusta quota di riferimenti e uova di Pasqua a PT e Silent Hill in generale, e altro ancora.

Incontri da far gelare il sangue.

Sfortunatamente, Visage ha la sua piccola serie di punti neri. Oltre a quelli menzionati in precedenza per quanto riguarda la progressione, la gestione dell'inventario e il potenziale blocco del gioco, anche la narrazione non è delle più eccezionali. Anche se ogni capitolo ha spunti interessanti, la qualità narrativa si rivela un vero e proprio ottovolante, l'ultimo capitolo riservato a Dwayne risulta essere il più debole con un finale che vediamo arrivare per chilometri. Inoltre, Visage ha due finali ma nessuno dei due ci soddisfa o risponde alle nostre domande. Chi è Dwayne? Cosa potrebbe aver spinto il suo gesto di partenza? Il gioco non risponderà mai veramente. Tutto rimane solo congetture. Credere che gli sviluppatori non avessero idee rilevanti per concludere la loro avventura. Anche alcuni enigmi soffrono di questa mancanza di chiarezza nella narrazione, in particolare quelli basati su un sistema di videocassette da visualizzare sul videoregistratore in soggiorno. Unendo immagini di ricordi e luoghi da scoprire, spesso ci torniamo più volte prima di capire cosa fare. Capita anche di passare un evento importante e di dover tornare a un nastro precedente per far avanzare ulteriormente la trama.

Verdetto: 7/10

Se riesci a superare i pochi difetti del gioco e sei qui solo per bagnarti i pantaloni, allora Visage è per te. La sua atmosfera davvero inquietante ci fa temere il minimo gradino o l'apertura della porta. Inoltre, la presenza della casualità nell'intervento di determinati eventi paranormali ha sempre il suo piccolo effetto anche dopo diverse ore di gioco. Per altri che sono alla ricerca del brivido ma anche di una storia avvincente venata di orrore psicologico, Face rischia di deludere con il suo banalità e nessuno dei cui fini brilla davvero di ingegno.



Aggiungi un commento a partire dal REVISIONE Face - L'ultimo e degno incubo successore di PT?
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.