gamerslance.com

RECENSIONE The Talos Principle su PS4

 


Dopo aver ampiamente conquistato il pubblico e la stampa su PC / Mac, The Talos Principle arriva nell'ottobre 2015 su PS4. L'opportunità per molti giocatori di scoprire, a quasi un anno dalla sua uscita iniziale, questo intrigante puzzle game firmato Croteam (i creatori… di Serious Sam) in un'edizione Deluxe che include anche l'espansione Road to Gehenna.

Se hai mai sentito parlare di The Talos Principle in un articolo o in una conversazione, è probabile che il nome Portal 2 sia seguito. Per una buona ragione, questi due giochi sembrano affrontare a prima vista meccanismi di gioco simili: puzzle sotto forma di stanze isolate, visuale in prima persona di default, uso di cubi e laser ... I riferimenti piovono e non lasciano troppi dubbi quanto all'ispirazione da Croteam, fino al punto di scivolare in un simpaticissimo easter egg. Ma al di là delle apparenze, il principio di Talos ha - fortunatamente - una sua identità.




COSA DEVO FARE ?

È senza un contesto specifico che ti svegli nella pelle di un androide amnesico, guidato solo dalla voce di un certo Elohim. Sotto questo nome, che può essere tradotto come "Dio", si nasconde il tuo creatore con una figura molto paterna. Mettendo i piedi nel suo giardino, dovrai dimostrare la tua buona fede e gratitudine nei suoi confronti camminando attraverso i suoi templi, a loro volta costituiti da più enigmi. La chiave del tuo viaggio è quindi risolverli, in modo da recuperare sigilli (pezzi di Tetris) per sperare di ottenere la famosa ricompensa della vita eterna.

Questi pezzi di Tetris ... sono la tua missione principale

Veloce da imparare, il principio Talos fornisce al giocatore una gamma limitata di movimenti, come correre / saltare / compiere un'azione. L'avventura inizia con puzzle facili da imparare, che richiedono pochi strumenti. Perché è gradualmente che le potenzialità del titolo assumeranno il loro pieno significato, esplorando luoghi sempre più complessi (per non dire diabolici) che faranno rabbrividire di piacere gli appassionati del genere. Il nostro cervello ne ha comunque pagato il prezzo.




È davvero molto interessante vedere come sono costruite le stanze dei puzzle, alcune delle quali richiedono pura riflessione. Inoltre, il completamento di un corso richiede l'uso di un numero prescritto di meccanismi. Per citare alcuni esempi, è possibile posizionare jammer per rimuovere barriere o interrompere i sistemi di una torretta, posizionare connettori unici per deviare laser di diversi colori, saltare su cubi, attivare ventole, duplicare ... Tanti mezzi che possono essere utilizzati contemporaneamente, a seconda del livello della stanza (facile, medio o difficile). Sebbene sia abbastanza complicato spiegare chiaramente tutti questi concetti, il genere tende maggiormente a essere dimostrato in video, è certo che il team di sviluppo ha fatto un lavoro straordinario nella progettazione dei puzzle.


DOVE SONO ?

Il Talos Principle si svolge in un mondo semi-aperto, dando l'opportunità di provare a lasciare un'area a piacimento. In questo modo il titolo risulta molto meno frustrante permettendo al giocatore di respirare tra due stanze delicate. Perché spesso un blocco risulta da un problema di prospettiva, non sapendo esattamente dove posizionare gli elementi. Dobbiamo ammettere che alcune sezioni rosse (quelle difficili) possono diventare rapidamente fastidiose, soprattutto perché è troppo complicato avere un indizio nel gioco. Una cosa è certa, Talos offre una durata sostanziale - fino alle 20 di sera per 100% - tra tutti gli enigmi da risolvere e tanti segreti da scoprire. Questo senza menzionare il DLC Road to Gehenna, che include circa 10 ore di gioco aggiuntivo nella pelle del robot Uriel, che deve espiare i "difetti" di Elohim con gli strumenti precedentemente recuperati.




Gli effetti di luce sono sublimi ma diverse trame non sono abbastanza dettagliate


Questa “libertà” permette anche di esplorare i bellissimi ambienti ispirati alla storia, tra l'impero greco-romano, l'antico Egitto, il medioevo e la modernità. Ogni tempio offre la vista di una nuova ambientazione, garantendo così un totale cambio di scenario. Il motore grafico utilizzato, il Serious Engine 4, è tra l'altro fatto in casa e offre texture di successo ... ma a volte anche datate. Il nostro androide può osservare ad esempio un sublime tramonto con, in lontananza, un'isola piuttosto mal modellata. La direzione artistica è comunque convincente, ed è più sul lato puramente tecnico che questa versione per PS4 delude. Se non c'è nulla di cui lamentarsi sul framerate (60 fps stabili!), Il gioco è a priori meno ottimizzato rispetto al titolo originale su PC, con molto pop-in e clipping.

COSA SONO ?

Più che un semplice puzzle game, The Talos Principle sfida diversi fondamenti della vita con un'eccellente storia di fondo. Mentre esplori i puzzle, ti imbatterai in registrazioni audio di uno scienziato e terminali che ti consentiranno di accedere ai documenti archiviati ... Poi è arrivato l'accesso come amministratore. È allora che la macchina inizia a dialogare con te, facendoti molte domande sulla tua esistenza, su cosa ti differenzia da un animale, sulla definizione di una persona o di una coscienza. Più si avvicina la fine, più questi computer iniziano a metterti in guardia contro Elohim, arrivando addirittura a definirlo un bugiardo.




Perché è vietato salire su questa torre? Cosa si nasconde in cima?


Ed è vero dopo tutto. Perché questo androide deve fare tutto questo? Nelle decorazioni avvertono i codici QR degli ex compagni, ed è impossibile spingersi troppo oltre in un'area pena l'azzeramento. Ancora più curioso, il creatore vieta formalmente di salire su una gigantesca torre pena la messa al bando per sempre, cosa che avete la possibilità di contraddire. Tanti elementi misteriosi che ti fanno venire voglia di completare il gioco.

VERDETTO: 8.5/10

The Talos Principle è un puzzle game interessante ed efficace che piacerà sia ai principianti che ai fan del genere. Senza essere rivoluzionaria, l'ultima creazione di Croteam riesce a offrire enigmi ingegnosi (anche se troppo noiosi nel difficile) e una sorprendente back-story con accenti filosofici. Se il gioco soffre di problemi tecnici (pop-in, clipping), dobbiamo ammettere che visivamente il Serious Engine 4 fa anche piccole meraviglie ... a 60fps per di più! Inoltre, la direzione artistica basata sulla Storia sta riscuotendo maggior successo. Un must del genere quindi, che vi farà andare avanti tra le 25 e le 30 ore inclusa l'estensione.




Aggiungi un commento a partire dal RECENSIONE The Talos Principle su PS4
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.