gamerslance.com

Prova The Vanishing of Ethan Carter su PS4

 

Sviluppato dal polacco di The Astronauts, The Vanishing of Ethan Carter è un vero UFO ... A volte survival-horror, a volte esplorativo, l'enigmatico Ethan Carter è riuscito a sfuggire ai PC per essere importato esclusivamente per PS4. Con un gameplay audace e un universo come nessun altro, quest'ultimo è riuscito in questa transizione?

Questo gioco è un'esperienza narrativa che non ti prenderà per mano.

Eccoti nei panni di Paul Prospero, un detective specializzato in paranormale e occulto, che ti indirizza verso la luce alla fine del tunnel. La tua coscienza funge da voce fuori campo, mentre la trama si svolge. Il giovane Ethan Carter ti ha invitato a venire e sfidare i luoghi deserti e deserti della Red Creek Valley, alla sua ricerca. Accompagnati da un silenzio assordante, scopri i dintorni, che lasciano il posto al primo schiaffo. Non ci sono altre parole per dirlo, The Vanishing of Ethan Carter è magnifico.




In effetti, i nostri amici polacchi non hanno fatto le cose a metà. La maggior parte dei set sono stati modellati in fotorealismo (scattare una foto di un oggetto da diverse angolazioni per modellarlo in 3D nel virtuale), e se questa tecnica era stata dimenticata per molto tempo, bisogna ammettere che sotto Unreal Engine 4 , il motore grafico del gioco, l'effetto è sorprendente.

Secondo schiaffo, l'ambiente sonoro. Inutile dire che nel genere dei survival horror l'essenziale riposa sull'atmosfera, all'occorrenza la resa è spesso priva di sapore o vera sorpresa. In The Vanishing of Ethan Carter, la musica sarà minore, apparirà solo quando verrà scoperto un elemento importante o anche in occasione di un percorso nascosto. D'altra parte, l'effetto sonoro è stato lavorato e rielaborato, a tal punto che camminare nella foresta in pieno giorno può farti gelare il sangue (nota un bel cenno al Project Blair Witch, per i dilettanti). Lo scricchiolio della porta, il fruscio delle foglie, questi semplici rumori fanno la differenza. Non c'è bisogno di dirlo, gli sviluppatori hanno assolutamente capito i meccanismi della paura e soprattutto dell'angoscia: per rendere una situazione del tutto banale, totalmente spaventosa.




Visivamente accattivante, atmosfera suggestiva, gameplay ...?

Fa male al cuore, ma il soufflé cade un po 'con il gameplay. A malapena pochi minuti trascorsi in una passeggiata salutare nella foresta che ti ritrovi a confrontarti con la tua prima scena del crimine. Un uomo, sparpagliato per oltre 50 metri, vicino a una linea ferroviaria ricoperta di sangue.

È così che entriamo nella foga del momento. Puoi fare appello per i tuoi regali esaminando vari elementi o indizi chiave. Questi ti permetteranno di comunicare con l'aldilà, e quindi essere in grado di collocare ogni elemento nel contesto, immergendoti un po 'di più ogni volta nell'enigma. Così, attraverso vari flashback e scene ricreate, la storia e il suo arco vengono rivelati, conducendoti passo dopo passo a Ethan Carter. Purtroppo il risultato non è molto ammaliante rispetto al resto. Tra sessioni di corriere per recuperare pietre 12 km più in basso e jogging nella foresta deserta alla ricerca di indizi che appaiono un po 'a caso, il tempo è un po' lungo.

Esaminando un oggetto, apri una porta sul suo passato.

Portale per una scena ricostituita in un flashback.


Da notare alcuni apprezzabili cambiamenti, tra piccoli enigmi o indovinelli, bisogna ammettere che la corsa nella foresta si rivela un rimbalzo minimo, e questi colpi freschi, per quanto rari, salvano un po 'la nave. Il gioco è quindi in gran parte basato sull'atmosfera, anzi senza di essa la ridondanza del gameplay potrebbe stancare rapidamente il giocatore. Questo è sicuramente ciò che fa il segreto di questo titolo, l'angoscia non lascia tregua, l'avventura si intensifica.




Esplorazione, sì, ma open-world e free frame?

"Questo gioco è un'esperienza narrativa che non ti guiderà per mano", dice tutto. Sei libero di andare per primo, lasciando da parte il nostro povero amico in 12 pezzi accanto al tchou-tchou. Se infatti l'enfasi è sulla libertà del giocatore di scoprire la storia un po 'alla volta, assolutamente tutti gli elementi sono necessari per la risoluzione finale dell'indagine. Se la prima impressione è quella di progredire nelle missioni secondarie, non lo è. In altre parole, non puoi salire sulle barriere, né saltare dal ponte, ma puoi visitare una casa abbandonata per fare qualche scoperta, ma questo purtroppo garantisce un ritorno 12 km più in basso per trovare il ciottolo che hai saltato accidentalmente.




Verdetto: 7/10

In breve, Ethan Carter è un po 'una pecora nera. Se lotta per stare tra il survival horror e la passeggiata domenicale, l'esperienza che offre è unica. È bello, è affascinante, viviamo più di quanto suoniamo. Le poche macchie nere sopra elencate vengono cancellate molto velocemente dalla storia piuttosto suggestiva e dalle peculiarità che è l'unica ad offrire. Per cavillare, è vero che da 4 a 5 ore di gioco (contando in modo abbastanza efficiente e logico nei tuoi progressi) è un po 'stretto. Una cosa è certa, per la modica cifra di 17,09 € su PSN, sarebbe sciocco perderlo se sei un fan del genere!



Aggiungi un commento a partire dal Prova The Vanishing of Ethan Carter su PS4
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.