gamerslance.com

Prova Final Fantasy XIV: Heavensward su PS4

 

Due anni fa, nell'estate del 2013, abbiamo scoperto su PC e PlayStation 3 il MMORPG chiamato Final Fantasy XIV: A Realm Reborn. Visto come un affronto da alcuni puristi della saga di Final Fantasy, fiore all'occhiello dei giochi di ruolo single-player, era comunque un ottimo gioco di ruolo massively multiplayer che aveva il merito di essere perfettamente giocabile con un controller. Nonostante ciò, essendo la versione PS3 bloccata a 30 frame / secondo e con alcuni problemi tecnici dovuti alla macchina, Square Enix ha deciso nell'aprile 2014 di offrire ai giocatori l'equivalente della versione PC, ma questa volta su PlayStation 4 (e questo gratis per giocatori che si sono già innamorati della versione vecchia generazione). Da allora è passato poco più di un anno ed è con grande piacere che questa volta diamo il benvenuto alla primissima espansione del gioco base, Heavensward.




Prima di tutto, torniamo a diversi punti che ci sembrano essenziali. Prima di tutto, tieni presente che l'espansione che è attualmente oggetto di questo test richiede ovviamente il gioco base, A Realm Reborn. Può sembrare ovvio, ma in un momento in cui DLC e stand-alone condividono il mercato, abbiamo trovato queste informazioni rilevanti. Nota, tuttavia, che puoi già ottenere il pacchetto che include il gioco base e la sua estensione, chiamato semplicemente "Complete Edition". Un altro punto importante, offrendo l'espansione Heavensward, Square Enix presume che tu abbia avuto tutto il tempo per completare il gioco base tra aprile 2014 e giugno 2015 (o anche dal 2013 per coloro che avevano la versione PC dall'inizio. O PS3 versione). Completa tutte le missioni di Epic (la trama principale) e raggiungi il livello 50 (massimo possibile nel gioco base), queste sono le condizioni che saranno necessarie per iniziare Heavensward. In caso contrario, il contenuto dell'estensione semplicemente non verrà sbloccato. Infine, è anche importante ricordare che Final Fantasy XIV rimane un MMORPG a pagamento. Conta tra 10,99 € e 12,99 € al mese per assaporare le gioie del giro di Eorzea. Nota che l'edizione completa include una prova gratuita di 30 giorni, per farti desiderare (o meno) di continuare l'avventura una volta scaduta la scadenza. L'estensione Heavensward richiederà la bella somma di € 49,99. A questo prezzo, sembra scontato che Square Enix abbia messo i piatti piccoli in quelli grandi per offrirci una vera continuità, ea fortiori un contenuto degno di questo nome per chi ha già ribaltato il gioco base in tutte le direzioni. (che richiede già centinaia di ore in sé).




Infatti, dove DC Universe Online (altro MMORPG uscito su combo PC / PS3, poi PS4), nonostante molte qualità, ha dovuto inevitabilmente passare al modello economico Free-to-Play (giocabile gratuitamente ma che richiede un abbonamento per il giocatore che cerca un'esperienza leggermente più ricca di contenuti), è chiaro che l'abbonamento mensile a pagamento di Final Fantasy XIV: A Realm Reborn non ha mai abbassato il tasso di partecipazione del bebè di Square Enix. In effetti, i server sono pieni giorno e notte. Ad oggi sono stati addirittura contati 4 milioni di giocatori, proprio questo. La prova convincente che contenuti ricchi e follow-up coerente sono sempre migliori, ad esempio, di un Buy-to-Play in uscita su PS4 e Xbox One ma che non offre nulla di veramente interessante. Il cielo, quindi, arriva al momento giusto. Perché se gli aggiornamenti (e il seguito in generale) di A Realm Reborn sono stati numerosi dall'uscita del gioco (una ventina di aggiunte in tutto e per tutto), molti giocatori si aspettavano di vedere approdare una vera estensione, nostalgica com'erano. per un periodo in cui i componenti aggiuntivi fiorivano nei giochi di ruolo per PC. Dopo una trama, va detto, a metà nel gioco base, eravamo un po 'impazienti (e anche un po' preoccupati) di scoprire a cosa avremmo avuto diritto in termini di trama, o meglio di contesto, in questa nuova parte della storia di Eorzea. State tranquilli, il background di Heavensward risulta essere, a nostro avviso, un po 'più coinvolgente e interessante di quello di A Realm Reborn. Per non rovinarti nulla dei dettagli dello scenario reso disponibile, sappi solo che qui prenderai parte a una guerra che opporrà i draghi di Dravania ai Cavalieri di Ishgard. Ishgard parliamone, perché è proprio la nuova città evidenziata attraverso questa espansione. Buone notizie di per sé perché viste le sublimi città principali disponibili nel gioco base (Gridania, Ul'dah e Limsa Lominsa), avevamo il diritto di sperare in un'area altrettanto vincente. Stai tranquillo, lo fa, e i molti piani di Ishgard ti corteggeranno sicuramente. Nove nuove aree ti aspettano in Heavensward, una più atipica dell'altra. Notiamo in particolare il fatto che questi ultimi sono in media due volte più estesi di quelli trattati in A Realm Reborn. Chi ha già messo piede nelle terre di Eorzea in passato avrà capito leggendo queste righe che il viaggio è sempre altrettanto piacevole.




Una grande transizione per permetterci di parlarvi dei monti che appaiono in Heavensward. Nota in particolare il Black Chocobo, il Grand Chocobo o il Griffon, tre delle più piacevoli cavalcature volanti che ti permetteranno di andare ovunque, sorvolando aree proprio attraverso (tranne la città di Ishgard) ad eccezione delle aree antiche. Comprendi da questo che solo i paesaggi dell'estensione saranno accessibili con questi monti. Un po 'frustrante ... Detto questo, siamo principalmente qui per navigare in Heavensward, e questo per ore molto lunghe, quindi non fare il broncio al nostro piacere. Menzione speciale al Sea of ​​Clouds, un ambiente verticale che ha particolarmente attirato la nostra attenzione con il suo design incantevole, che a volte ricorda Bastion, Final Fantasy XIII-2 o addirittura la città di Columbia presente nell'ottimo Bioshock Infinite. Ci racconterai la notizia. E poiché menzioniamo il contenuto presente in Heavensward, molti di voi si chiederanno quale sia la durata della vita. Anzi, è meglio sapere dove stai andando prima di pagare i cinquanta euro necessari per acquistare questa estensione. Tuttavia, e anche se gli sviluppatori annunciano una durata media di 50 ore, è chiaro che si tratta di un punto più o meno soggetto a variazioni a seconda del giocatore interessato. Anzi, se chi ha fretta sarà senza dubbio pronto a rinunciare a tutta la vita sociale per spingere il Cielo il più velocemente possibile, molti di noi vorranno invece esplorare ogni angolo a disposizione, per non parlare delle missioni secondarie presenti in massa (e ben più interessante che in passato, a nostro avviso). Ma non è tutto, poiché, come avevano potuto intuire i trailer, l'estensione di cui parliamo oggi include altre aggiunte. Innanzitutto, tieni presente che il livello massimo è cambiato da 50 a 60. Anche se alcuni diranno che dieci livelli non sono necessariamente un traguardo enorme da superare, possiamo assicurarti che a volte dovrai sopportare pazientemente i tuoi problemi per farlo '' raggiungere questo nuovo livello. È anche utile specificare che i nemici ci sono sembrati nel complesso più difficili da sconfiggere, siano essi piccoli o grandi. Più resistenti nel complesso, ma anche più aggressive, non esitando a picchiarti, soprattutto se accompagnati da un collega di passaggio. Ci sono anche otto nuovi dungeon giocabili con quattro giocatori. I clienti abituali di A Realm Reborn non saranno quindi affatto disorientati.




Una buona occasione, quindi, per testare la sesta e nuova razza che fa la sua comparsa con Heavensward, gli Ao Ra. Direttamente da un mondo che mescola Narnia, Skyrim o persino Dragon Ball Z, questi esseri carismatici possono essere creati in due modi: incarnando gli Xaela, guerrieri con scaglie nere, o i Raen, dotati di scaglie bianche. Per quanto riguarda le possibilità offerte da A Realm Reborn, probabilmente ricorderai, i lavori erano una parte importante del gioco base. Per arricchire ulteriormente la sua offerta, Square Enix ha avuto la buona idea di aggiungere tre nuovi lavori all'elenco già esistente. Il minimo che possiamo dire è che probabilmente faranno piacere ai giocatori. In effetti, quello incarna un Cavaliere Oscuro (un piccolo carro armato che brandisce la spada con due mani per fare un buon danno), un Macchinista (DPS utile per chi ama le armi da fuoco e più in generale infligge grandi danni, in particolare da lontano), o anche un astromante (guarisce usando un globo gigante per curare e proteggere i suoi alleati), non possiamo fare a meno di pensare che lo classifichiamo come assoluto. Un'osservazione che non possiamo assolutamente togliere alla neonata Square Enix in quanto il character e il level design impongono ancora una volta il rispetto. Ancora più belle di quelle presenti in A Realm Reborn, le nuove aree portate da Heavensward sono da morire. L'atmosfera è ancora una volta eccellente, e non è la musica di Nobuo Umetasu che verrà a farci mentire. Anche la nuova introduzione cinematografica del gioco (visibile lasciando il menu principale in esecuzione per pochi minuti) è sublime e darà il tono a coloro che probabilmente si aspettavano un'estensione meno elaborata. Funzionando su PC e PS4 a 60 fps, il gioco è comunque piacevole da gestire, sia utilizzando il controller DualShock 4 che la combinazione tastiera / mouse (disponibile anche su PS4).

Come probabilmente saprai, gli alloggi hanno fatto la loro comparsa qualche mese fa nel gioco base, permettendo così al giocatore di sentirsi a casa ad Eorzea, è il caso di dirlo. Sappi bene che l'estensione di cui parliamo oggi pone l'asticella ancora più in alto in termini di personalizzazione. Compagni di falegnami, fan di Minecraft e Valérie Damidot, probabilmente sarai felice di apprendere che Heavensward ti permette di modificare l'aspetto del tuo spazio vitale nel modo desiderato. Abbastanza per soddisfare un gran numero di architetti in erba. Un rapido accenno anche al PvP, per il quale Heavensward aggiunge alcune nuove arene e nuove regole imposte in base al confronto. Tuttavia, non siamo stati in grado di testare queste nuove funzionalità durante le nostre sessioni di test, per motivi tecnici. D'altra parte, i fan di combattimenti epici con creature grandi e non molto amichevoli non saranno lasciati fuori. In effetti, Heavensward ha il buon gusto di offrire due nuovi primordiali. Il primo, Bismarck, sembra essere un misto tra un pesce spada e un drago… o quasi. Il suo scopo è proteggere la tribù Vanu Vanu e, per inciso, farti a pezzi in diverse centinaia di pezzi. Bel programma, te lo assicuriamo. Il secondo, Ravana, non sarà particolarmente affettuoso. Una specie di coleottero gigante che si è fusa con un uomo-granchio di South Park e uno Jedi, il bastardo brandirà non meno di quattro spade di fronte a te. Nota che i due elementi essenziali di cui sopra sono riproducibili sia in Normale che in Difficile. Questo è anche il caso di Alexander, un vero e proprio dungeon sui piedi che i fan di Final Fantasy riconosceranno facilmente. Anche in questo caso, possiamo ragionevolmente aspettarci che la sfida sia lì. Alexander sarà disponibile in modalità Normale a partire dal 7 luglio, poi in modalità Difficile a partire dal 21 luglio. Queste date, fornite da Square Enix, sono ovviamente soggette a modifiche nel frattempo, ma speriamo che le scadenze vengano rispettate.

Tuttavia, non tutto è roseo a Eorzea. In effetti, se Final Fantasy XIV si distingue senza preoccupazioni come il miglior MMORPG per console, va notato che alcuni dettagli tendono a rovinare l'esperienza di gioco, e questo, dal 2013. Innanzitutto, potrebbe essere un dettaglio per te, ma come France Gall direi, per noi significa molto: la mancanza di voce non è stata ancora corretta. Sì, perché se non sei abituato ad A Realm Reborn, potresti anche dirtelo subito, i personaggi del gioco non parlano. Qui tutto è solo testuale. Tutto ? Non esattamente. Alcune missioni dell'Epic (la trama principale, come specificato sopra) sono doppiate nella lingua che hai scelto (quest'ultima può essere modificata in qualsiasi momento tramite il menu Opzioni). Tuttavia, sconsigliamo vivamente di scegliere il doppiaggio francese in quanto danneggia i nostri piccoli timpani. Tuttavia, il gioco non ha abbastanza doppiaggio reale perché il software possa essere giudicato su questo punto. Peccato, davvero, perché l'aspetto riempitivo delle migliaia di righe di dialogo che compaiono durante il gioco ancora maledice l'atmosfera. È abbastanza semplice, la maggior parte dei giocatori non legge ciò che viene visualizzato e va semplicemente dove gli viene detto di andare. Inoltre, e questo è un secondo punto sfortunato che purtroppo rimane presente in Heavensward: l'interfaccia è ancora gravemente rovinata. I testi sono troppo piccoli, anche impostandoli alla dimensione massima (si noti anche che abbiamo utilizzato uno schermo da 120 cm per eseguire questo test), e l'ATH è troppo approssimativo (menzione speciale per l'inventario e la mappa che causerà danno tutto il tempo). Certo, quest'ultimo è modificabile, ma a quale costo? Capire da questo che anche l'interfaccia che permette di adattare detta interfaccia a nostro piacimento è illeggibile, anzi fastidiosa. Un grosso difetto quando sai che un MMORPG si apprezza nel tempo. L'avvio di FFXIV è quindi sinonimo di gioia che richiede tempo, lunghi piaceri ed esperienza che richiedono mesi di coinvolgimento da parte del giocatore. Non è facile essere interessati a un gioco per così tanto tempo quando si sperimenta davvero l'interfaccia del titolo. Speravamo quindi che i difetti del gioco base venissero in qualche modo corretti con questa nuovissima espansione. È frustrante vedere che non lo è. Detto questo, c'è ancora più speranza dato che stiamo parlando di un gioco che viene aggiornato regolarmente e generalmente molto ben seguito dal suo team di sviluppo. Continua. Nota che i tempi di caricamento sono ancora altrettanto veloci su PC e PS4. Infine, sappi che l'estensione pesa circa 50 GB sull'ultimo Sony, contro i 30 GB su PC e 20 GB su PS3.

Verdetto: 8/10

Se il mondo dei MMORPG per console è pieno come un pozzo petrolifero in Alvernia, è chiaro che Square Enix non sta riposando sugli allori per tutto questo. Due anni dopo la sua comparsa (e un anno dopo il porting su PS4), Final Fantasy XIV: A Realm Reborn ci riempie di felicità oggi offrendo Heavensward, la sua prima espansione, che può essere considerata di per sé come un gioco a sé stante. Tra il suo contenuto sostanziale, il suo aspetto tecnico come sempre funzionante, e i dettagli che abbondano (si pensa in particolare alla creazione di aerei), è difficile vedere come i dilettanti di giochi multiplayer di massa e la licenza Final Fantasy non potessero decifrare. di nuovo. Molto semplicemente, un riferimento. Resta da vedere se sei disposto a dedicarci molto tempo e inevitabilmente molti soldi.



Aggiungi un commento a partire dal Prova Final Fantasy XIV: Heavensward su PS4
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.