gamerslance.com

Prova Axiom Verge

Sviluppato da un uomo, Tom Happ, e prodotto dall'ex dipendente Nintendo Dan Adelman, Axiom Verge è rapidamente salito a classificarsi tra i titoli indie più attesi e promettenti dell'inizio del 2015 su PS4. Considerato in un certo senso un tributo ai titoli che hanno reso il periodo di massimo splendore del Super NES e di altre console a 16 bit, il gioco si pone come un'apoteosi di quello che viene chiamato Metroidvania. Decrittazione.




Axiom Verge è disponibile su base cross-buy, con l'edizione per PS Vita in arrivo nel corso dell'anno.

LA PLAYSTATION A SON METROID

Più che una supposizione, è un'osservazione più volte riportata dalla stampa e dai giocatori. Axiom Verge respira il Metroid. Ma attenzione, stiamo parlando di opus 2D come l'originale, il poco conosciuto Return of Samus o il classico Super Metroid. Se i fan della licenza stanno ancora aspettando che venga loro offerta una nuova opera, i fan di PlayStation possono finalmente essere felici di avere un titolo che potrebbe essere descritto come un figlio spirituale (Nintendo ovviamente possiede l'esclusività della serie Metroid).

Il level design di Axiom Verge ricorda terribilmente Metroid

È innanzitutto nel level design che la somiglianza salta agli occhi degli intenditori. Perché sì, il modo in cui è concepito il mondo di Axiom Verge non lascia dubbi sulla sua ispirazione: il paradosso offerto dagli ambienti, il bestiario, la mappa divisa in blocchi, il salvataggio fatto manualmente in capsule sparse, il passaggio dai teatri ai teatri passando per le porte… Tanti elementi caratteristici, più o meno evidenti, che hanno decretato il successo di Metroid.




CONTRATTAQUE

Se ne parliamo molto, le avventure di Samus Aran non sono l'unico riferimento a questo Axiom Verge. Come ha chiarito Tom Happ, il suo gioco ha anche le sue radici in Contra (Probotector in francese), un gioco d'azione pubblicato nel 1987 su NES. Vi troviamo, infatti, l'aspetto extraterrestre con il contesto e il lato bio-macchina nel protagonista.

Parliamo dell'eroe, o meglio dello scienziato. Perché è dopo l'esplosione del suo laboratorio, inevitabilmente con conseguente morte, che il cosiddetto Trace si ritrova bloccato in una dimensione parallela. Per trovare una via di fuga, dovrà combattere in mezzo a queste terre ostili, armato di uno strano cannone. Il riavvicinamento con Contra avviene così nel gameplay che unisce piattaforme e tiri, meno testosterone.

Silenzioso…

Dove diventa ancora più interessante è che l'arma che Trace possiede è completamente modificabile, purché possa accettare aggiornamenti o aggiunte. Utilizzando gli oggetti nascosti in tutti i livelli, richiedendo quindi un minimo di esplorazione, potrai sbloccare diversi tipi di colpi. Un modo per personalizzare il tuo modo di uccidere e soprattutto per progredire. Perché il concetto di Axiom Verge vuole che tu trovi l'elemento giusto per andare avanti nella storia. Se il giocatore è libero di navigare nella mappa, sarà sempre, in un punto o nell'altro, bloccato se non ha gli strumenti necessari per accedere alla stanza del boss in un secondo momento. Nota, tuttavia, che Trace ha anche altre risorse, come un trapano che occasionalmente distrugge alcuni muri o un sorprendente innesco ... di glitch, rendendo possibile far impazzire i mostri. Nota che tutti gli ordini sono personalizzabili secondo i tuoi desideri.



L'idea di poter modificare ambienti o nemici è piuttosto sorprendente


DU BON VECCHIA SCUOLA

Come avrai già notato con gli screenshot, il gioco assume una direzione artistica molto vecchia scuola. Questa scelta, che fa l'orgoglio di pixel come Hotline Miami o Shovel Knight, si rivela molto vincente, lo stesso vale per la colonna sonora che contribuisce brillantemente all'atmosfera del gioco, una pepita per i fan retrò. Naturalmente, questa è una scelta che deve prima essere rispettata.

Quindi Axiom Verge è l'indie senza difetti? Non necessariamente. Perché se le sue ispirazioni sono eccellenti, dobbiamo ammettere che il titolo alla fine manca di personalità. Come detto in premessa, è di per sé più un omaggio che una grande reinvenzione, che inevitabilmente ci spinge al confronto nonostante alcune simpatiche idee. Un dettaglio che non è così drammatico, la vera frustrazione a volte è avere l'impressione di perdersi e andare in tondo a causa del potenziale doloroso avanti e indietro. La colpa è della mancanza di indicazioni, che gioca anche il ruolo di scoperta per il giocatore.



Mmmmmh potrei non essere nel posto giusto ...


Per un titolo di questo calibro, è bello notare che Axiom Verge ha una durata di vita onesta. Se ci vorranno più di dieci ore per superarlo per la prima volta, la sfida è raccogliere tutti gli oggetti. I cacciatori di trofei avranno il loro bel da fare con l'obiettivo di dover completare l'avventura in diversi modi (senza morire, in meno di 4 ore, in difficoltà…). E buona sorpresa, il gioco include una modalità speedrun - pensata principalmente per gli streamer - che taglia tutti i filmati e mostra un cronometro in tempo reale.


VERDETTO: 8/10

Traendo le sue radici dai classici Metroid e Contra, Axiom Verge offre un soffio di nostalgia e un piacere intenso per gli amanti del retrò. Non sorprende che ti divertirai se aderirai al genere grazie al suo gameplay diversificato e ad una sfida molto attuale. Con la migliore direzione artistica e colonna sonora, il gioco è ancora più sorprendente se pensi che sia stato realizzato da una persona. Pieno di qualità, il gioco non è esente da alcuni difetti, tra cui una personalità non abbastanza pronunciata e una mancanza di guida che può frustrare più di uno.



Aggiungi un commento a partire dal Prova Axiom Verge
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.