gamerslance.com

Prova Assassin's Creed Unity

 

Essendo la quinta opera maggiore e la prima interamente su misura per la nuova generazione, Assassin's Creed Unity era atteso da tempo con grande entusiasmo ma anche forti polemiche. Ambizioso, perché volendo riconnettersi alle origini della serie, il progetto segretamente avviato nel 2010 da Ubisoft Montreal ci riguarda soprattutto per la sua ambientazione storica. Benvenuti nella famosa rivoluzione francese del 1789.

Presentare la trama di un Assassin's Creed senza svelare un minimo di elementi della sinossi è un compito piuttosto difficile. È quasi impossibile sfuggirgli in questi giorni su Internet tra siti e persino trailer ufficiali di Ubisoft. La storia è comunque un elemento che è sempre stato al centro di questo franchise, quindi sarebbe un peccato sapere già un po 'troppo. Ecco perché, per rispetto a coloro che amano ancora la scoperta, questa recensione è garantita senza spoiler (allo stesso modo, alcune immagini sono censurate).




LASCIALI MANGIARE LA TORTA !

Un piccolo promemoria per chi non lo sapesse: Assassin's Creed (AC) mette in scena il confronto tra l'Ordine dei Templari e la Confraternita degli Assassini. Con intenzioni di "pace" che possono sembrare simili, queste fazioni sono totalmente opposte nei loro modi di agire. Uno, alla ricerca del potere, è radicale e manipolatore quando l'altro pretende solo di chiedere giustizia. Per raccontare questo eterno duello, la licenza è sempre scissa da un'alternanza tra sequenze del presente poi del passato. Così, dopo AC Liberation e AC IV Black Flag, le missioni moderne ci hanno portato nei panni di dipendenti anonimi di Abstergo. Questa azienda, appartenente ai Templari e dominante in molti mercati, sfrutta infatti la memoria genetica grazie alla sua macchina chiamata Animus. Se fossimo abituati a questo ritmo, Assassin's Creed Unity corre il rischio di concentrarsi sulla Storia con la S maiuscola. Diventa quindi l'opera meno confusa per i nuovi arrivati. Nessun obiettivo di cui parlare, solo un breve filmato ti introdurrà all'ambientazione attuale. Requisito dagli assassini, vieni proiettato nella simulazione di vita del nostro nuovo protagonista.




Sei di nuovo immerso nel cuore della Confraternita degli Assassini

Nato a Versailles, Arno Victor Dorian è un uomo piuttosto carismatico con un carattere infantile che ricorda la giovinezza del famoso Ezio di Assassin's Creed II. Gentile, giocoso e sorridente, il franco-austriaco (ovviamente) vede due tragici eventi che lo mettono in discussione. In cerca di redenzione, incontrerà un certo Bellec, che approfitterà della sua agilità e dei suoi sensi per addestrarlo al combattimento. Tagliato per pericolo grazie al suo mentore, Arno chiederà aiuto alla confraternita, che poi deciderà di accoglierlo. Nel complesso migliore del suo predecessore, lo scenario di Assassin's Creed Unity è piuttosto orecchiabile e soprattutto ha personaggi più emblematici o addirittura accattivanti. La trama centrale è guidata anche da una storia d'amore tra Élise, una sorellastra ancora considerata un'amica d'infanzia, e Arno. Se non è il primo eroe della serie ad essersi innamorato, la relazione qui è ancora più evidenziata. Le 12 sequenze si susseguono con piacere senza rimanere negli annali, e anche se non c'è nulla da gridare ancora una volta genio, è vero che guadagniamo in credibilità. Il nuovo motore grafico rende le espressioni facciali più realistiche e il doppiaggio di qualità, anche in francese! Infatti, l'immersione richiede, siamo stati portati a selezionare la lingua francese che - con sorpresa - è più convincente della versione originale e dei suoi accenti britannici. Non dimentichiamo la colonna sonora che, come tutti i vecchi AC, è una perla musicale anche se non sempre è sufficientemente evidenziata.

Arno incontrerà diversi personaggi storici (qui Napoleone Bonaparte)


I ♥ PARIGI (O QUASI)

Continuiamo a dirlo (o meglio ad assillarlo): ogni anno, il suo Assassin's Creed. Che si sia deliziati o indignati da questo approccio, è semplicemente impensabile dare la colpa ai team Ubisoft da un punto di vista artistico. Ogni episodio non smette mai di sorprendere per la cura dei dettagli e per la ricchezza culturale offerta. Ancora una volta, questo AC Unity fa sognare la vecchia Parigi alla fine del XVIII secolo. La città è grande, viva, bluffa. Come parigino, è ancora uno shock poter andare lì e vedere quanto è cambiata la sua capitale in tre secoli! Si possono sentire i quattro anni di sviluppo, con una riproduzione quasi perfetta dei luoghi più grandi come Notre-Dame, il Palazzo di Versailles, l'Hôtel de Ville o il giardino delle Tuileries. Con l'aiuto della nuova generazione di console, il gioco è una sorta di libro di storia interattivo che ci permette davvero di vivere la Francia dell'epoca. Alcune texture lasciano a desiderare e non sempre provocano uno schiaffo grafico, ma in generale ci troviamo di fronte a un ambiente superbo dove la vista sui tetti è mozzafiato grazie ad un'enorme distanza visiva. L'immersione è tanto più spettacolare con un numero record di NPC visualizzati sullo schermo, che hanno però un'intelligenza piuttosto dubbia. Parigi è magica.



Osservare la grande e bella città di Parigi dall'alto è sempre un evento

Abbagliante, anche Assassin's Creed Unity pone purtroppo i suoi limiti tecnici. Triste a dirsi, ma non sorprende che ci troviamo di fronte a un titolo che senza dubbio ci era stato promesso meglio. Che si tratti della versione PS4 o di altri supporti, il titolo mostra un framerate degno di AC III su PS3. I rallentamenti ma anche diversi bug di collisione o di rete sono da deplorare. Se abbiamo detto sopra che il numero di NPC visualizzati è incredibile, molti sono i personaggi che compaiono all'improvviso sullo schermo ... Inoltre, ci sono tempi di caricamento abbastanza sostanziosi. Sì, Ubisoft correggerà tutto tramite aggiornamenti. Sì, è solo una questione di problemi temporanei. Ma ancora una volta abbiamo un sapore incompleto, una voglia di voler fare troppo in un dato momento, qualcosa di dannoso per la qualità del titolo. Attenzione, non abbastanza da rovinare l'atmosfera superba. Ma non si può negare la piccola delusione.


Il numero di NPC sullo schermo è sbalorditivo, ma le prestazioni fanno fatica a tenere il passo ...

UN UOMO NUOVO

Chi dice assassino, dice stuntman infuriato. Una delle evoluzioni molto apprezzabili di Unity è la riprogettazione del sistema parkour. Arno ora è più fluido nei movimenti con un pulsante dedicato alla salita, un altro per la discesa. All'inizio confondendo per gli intenditori, questi nuovi ordini sono fortunatamente migliori. I team di sviluppo hanno spiegato questi cambiamenti perché Parigi è in scala 1: 1 (dimensioni effettive). Gli edifici sono quindi più grandi rispetto ai precedenti AC e per non essere handicappato Arno agisce più velocemente. Ci sono ancora imperfezioni tutte uguali, con l'impressione che il personaggio si ritrovi "bloccato" nel mezzo del viaggio. Molte volte criticate, le lotte ora sono anche più realistiche. I nemici non sono più statici e non esiteranno ad attaccarvi insieme anche se gli voltate le spalle, rendendo gli scontri più complessi e costringendoci a favorire la fuga. Precisamente, Assassin's Creed Unity vuole evidenziare un elemento che pensavamo fosse già fondamentale: l'infiltrazione. L'assassino può - finalmente! - accovacciarsi manualmente e quando sei in movimento, un fantasma rappresenterà la tua ultima posizione nota alle guardie. Un'idea terribilmente efficace che finalmente esalta l'aspetto della discrezione.



Un lato RPG fa la sua comparsa con una personalizzazione più avanzata dell'outfit del suo personaggio. Oltre ai colori e agli abiti sbloccabili degli ex assassini, ora puoi scegliere ogni specifico equipaggiamento. E se non teniamo conto dell'aspetto estetico della cosa, questa caratteristica permette di migliorare le caratteristiche del nostro caro Arno. Questo pratico tocco di identità è un vero piacere anche se riesci a finire il gioco ... con una maschera di carnevale sul viso. Si noti inoltre che anche se le abilità sono state sbloccate gradualmente nei giochi precedenti, possono essere acquistate qui contro una sorta di sistema di punti esperienza. Pertanto, specializziamo il nostro assassino tra discrezione, corpo a corpo, salute e raggio d'azione.

Non mancano le armi con un'ampia selezione di lame, asce, lance, pistole, fucili e compagnia. Ancora una volta, alcuni possono aumentare il danno e la velocità d'attacco per agire in modo più efficace. Questo Assassin's Creed Unity introduce anche la lama fantasma che è un sottile mix tra una balestra e una cerbottana. Silenzioso e veloce, questo nuovo strumento potrebbe farti risparmiare più di una volta. 

LUNGA VITA AL RE PER L'ASSASSINO

Come ogni opera, AC Unity è dotato di un contenuto mostruoso da solista e questa volta, più vario. La prima cosa che risulta essere abbastanza divertente, gli omicidi ora sono meno interventisti. Diverse possibilità e opportunità sono disponibili per portare a termine la tua missione, dando al giocatore un lato "sandbox". Un unico obiettivo può quindi essere realizzato in dieci modi, il che rende anche le azioni secondarie più piacevoli (per non dire meno ingombranti) da svolgere. Se il piatto principale rimane più o meno classico nella forma, Assassin's Creed Unity introduce "storie parigine". E veniamo soprattutto alla novità dei sondaggi. Dimentica omicidi e altri spionaggi, il principio qui è risolvere i crimini analizzando i reperti attraverso la tua visione d'aquila. Il concept è fresco e molto bello, anche se alla fine non ci troviamo proprio di fronte a casi difficili al punto da farci girare la testa. Sarà necessario vedere di più sul lato degli enigmi di Nostradamus che sono più complessi e richiedono di cercare segni in tutta la città. Insomma, presentarvi tutto quello che Unity offre sarebbe troppo lungo ma una cosa è certa, la vita di questa opera si allinea con le altre pur rimanendo sicuramente più che onesta. Anche i cacciatori di trofei o semplicemente i cacciatori al 100% dovrebbero godere, come al solito, del numero di oggetti da raccogliere come forzieri o punti di sincronizzazione.

PIU 'PAZZI SIAMO, PIU' GHIGLIOTTINA

Con il deathmatch terminato e il suo profilo che raggiunge il livello 99 (non dirmi di averlo fatto), il multiplayer di Assassin's Creed Unity riceve una revisione completa e ben ponderata. Dopo tutto, il principio fondante di questa opera è UNITÀ o UNITÀ. Questa volta integrata direttamente nell'assolo e non a sé stante, la cooperazione consente a un massimo di 4 giocatori di partecipare a una partita per alcune nuove attività. Gli omicidi classici sono presenti ma il fatto di portarli a termine in squadra dà un nuovo modo di avvicinarsi agli obiettivi. Inutile dire che la strategia resta padrona, soprattutto perché un'altra parte delle missioni è concentrata sui voli da effettuare senza essere scoperti. Apprezziamo anche la possibilità di esplorare la mappa liberamente con gli altri, il che rende possibile cercare tutti i tesori in - affascinante? - compagnia. Se nel complesso il multiplayer rimane un po 'limitato una volta che tutte le attività sono state completate, non possiamo che approvare questo rinnovo solo mille volte, il che lascia spazio a possibili risatine. E speriamo che questo venga sfruttato ancora di più in seguito.

VERDETTO: 8/10

Ricco e completo come i suoi predecessori, Assassin's Creed Unity è un buon ritorno a casa che ha il merito di voler scuotere le cose. Chiaramente più un'evoluzione che una rivoluzione, il titolo offre quel tocco di freschezza necessario per un franchise annuale. Se rimaniamo estremamente sulla nostra fame per la storia, apprezziamo il rinnovamento del gameplay che finalmente esalta la discrezione. Ma l'elemento protagonista di questa opera è senza dubbio Parigi, che ci offre uno dei più emozionanti open world mai creati. Modellata con un'attenzione mostruosa ai dettagli, la città è semplicemente mozzafiato e viva con il suo numero record di NPC. Che delusione però affrontare sfortunati (o divertenti?) Problemi tecnici! Anche se verranno corretti tramite aggiornamenti successivi, questi bug e rallentamenti tendono ancora una volta a pensare che si tratti di un prodotto non finalizzato in tempo. Fortunatamente, questo non significa che l'esperienza sia degradata. Personalizzare l'abito e le abilità del tuo assassino, quindi inviarlo in modo cooperativo in missioni di tipo "sandbox" sono ancora ottime notizie.



Prova Axiom Verge ❯
Aggiungi un commento a partire dal Prova Assassin's Creed Unity
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.