gamerslance.com

ANTEPRIMA | Su un Testé Persona 5 Strikers su Nintendo Switch

 

I Phantom Thieves stanno per colpire per la terza volta! Dopo Persona 3 e Persona 5 Royal, Persona 5 Strikers verrà presto rilasciato. Dopo aver assistito a una presentazione qualche tempo fa, ora abbiamo la possibilità di avere il gioco nelle nostre mani su Nintendo Switch, abbastanza per fornirvi le nostre prime impressioni sulla nuova avventura della band in Joker (no, non quella di Batman).


Phantom Thieves in Wonderland

Persona 5 Strikers, noto anche come Persona 5 Scramble in Giappone, è uno spin-off sviluppato da Omega Force. Sì, è lo sviluppatore di molti cosiddetti giochi Musou / Warriors come Hyrule Warriors: The Scourge Era o One Piece: Pirate Warriors 4, per citare solo i più recenti. Alla serie Persona piace cimentarsi in vari generi e dopo il combattimento così come il ballo, eccolo che entra in grandi battaglie mantenendo i suoi punti di forza. Prima di avvicinarvi al gameplay, fate posto a un po 'di storia: prima di tutto, dovreste sapere che questo Persona 5 Strikers vuole essere un vero e proprio sequel di Persona 5 / Persona 5 Royal, siamo tutt'altro che una semplice opera puramente fan. -servizio, il che lo rende sconsigliato ai neofiti. Accadendo pochi mesi dopo la fine delle prime avventure dei Phantom Thieves, Joker - o Ren con il suo nome ufficiale - torna a Tokyo durante le vacanze estive per rivedere i suoi cari amici. Tuttavia, la riunione non è così semplice. Ulteriori sconvolgimenti sono in arrivo ei Phantom Thieves devono tornare in servizio per salvare i desideri delle persone in modo che la società possa essere preservata.




In questa anteprima vi parleremo solo dell'inizio del gioco, che affronta la banda di Joker con Alice, una star che ama un po 'troppo, come avrete intuito, Alice nel Paese delle Meraviglie. Quest'ultimo ha l'equivalente di un palazzo in Persona 5, una prigione questa volta, che funziona più o meno allo stesso modo con la presenza di ombre e altri elementi psichedelici. Grazie a questo, ha il potere di rubare il desiderio delle persone e controllarle, ad esempio costringendole a comprare un sacco di album o ad avere sempre più fan. Invece di andare in vacanza e prendere il sole, i nostri eroi indossano ancora una volta i loro costumi illustri e si tuffano nella prigione di Alice per salvare la gente di Tokyo. Sebbene questo spin-off sia un po 'meno centrato sulla storia - il gioco d'azione obbliga - e che quest'ultimo non si mostri oscuro e spinto in certe riflessioni, Persona 5 Strikers è davvero degno del gioco cult di Atlus. L'atmosfera, la messa in scena, i personaggi così come i temi specifici della serie hanno sempre così tanto successo ed è un vero piacere rivedere Ren, Ann, Morgana e tutti gli altri membri dei Phantom Thieves, mentre si godono i nuovi arrivati ​​come Sophia. La cosa buona di Persona 5 Strikers è che l'intera banda è presente fin dall'inizio, il che piacerà ai fan delle prime ore. Per quanto riguarda Alice, come il primo cattivo, getta le basi e le parti inferiori del caso ti fanno venir voglia di scoprire di più. La narrazione non avrebbe mai dovuto essere così importante eppure, praticamente qualsiasi cosa, è davvero un sequel di Persona 5 come ci si potrebbe aspettare. Certo, devi giudicare anche il resto dell'avventura, ma l'inizio è molto promettente, così come il resto.




Alice's Shadow è ... speciale.

Persona Warriors

Chi dice che il gioco Omega Force dice che un gameplay ad alta potenza privilegia il dinamismo rispetto al resto, spesso risultando in un level design e meccaniche di gioco limitate. Tuttavia, con Persona 5 Strikers, l'influenza di Atlus sembra aver fornito alcuni spunti interessanti, solo nella struttura per cominciare. Di solito, nei giochi Warriors, abbiamo una serie di missioni con aree aperte più o meno grandi dove l'obiettivo è semplicemente distruggere il maggior numero di nemici possibile, il che lascia poco spazio all'esplorazione e ad altre attività. Qui è il contrario perché con la Prigione abbiamo un livello che assomiglia ai Palazzi di Persona 5. Abbiamo varie zone collegate, verticalità, possibilità di saltare su tetti, lampioni e altro, nascondersi negli angoli, trovare tesori, noi avere diverse riprese della fotocamera con viste a volte anche 2D per alcune fasi delle piattaforme ... il tutto senza un tempo limitato o qualcosa del genere, mentre si lascia il dopo, è un piacere lasciare la prigione per passeggiare in certi angoli di Tokyo per fare scorta di oggetti, discutere con i personaggi, indagare, ecc. Abbiamo a che fare più con un vero Action-RPG che con un classico Musou, un buon punto, soprattutto perché la chiave di Persona 5 è presente nei suoi limiti più piccoli.

In effetti, per i giochi, non abbiamo mai diverse dozzine di nemici che sono sempre davanti a noi, dobbiamo prima iniziare il combattimento smascherando le Ombre, come in Persona 5. Per questo, diversi metodi si offrono al giocatore ma essere attenti a non essere individuati, altrimenti perdiamo l'effetto sorpresa e veniamo attaccati per primi. Una volta che è andato, è più simile a un titolo Warriors in termini di movimento e attacchi. Controllo di livello, è classico con attacchi veloci e potenti, tiro a distanza, schivata, QTE, targeting, il tutto con grande accessibilità e combo alla portata del primo arrivato. Oltre ai cattivi di base, abbiamo alcuni mini boss più robusti e un boss di fine livello. Funziona non potrebbe essere migliore grazie a un lavoro di successo sui movimenti e le differenze di ogni personaggio. Puoi controllarne 4 contemporaneamente e cambiare eroi utilizzando un semplice pulsante, sufficiente per alternare rapidamente diversi stili e strategie durante gli scontri.




Un po 'più di calma durante un'indagine nel centro di Tokyo.

Dove Persona 5 Strikers differisce un po 'dagli altri giochi del genere, è grazie al suo universo perché ci sono idee prese direttamente dal suo maggiore che è un gioco di ruolo puro. Ad esempio, gli eroi hanno Persona diverse che offrono statistiche e incantesimi unici, quindi devi adattarti a ciascuna Ombra. Grazie a un grande rallentatore, puoi usare una Persona e scegliere tra diversi incantesimi e attacchi specifici per questa o quell'entità. Per Ann è fuoco mentre per Morgana è vento ecc. Proprio come in Persona 5, questo può conferire bonus e penalità. Inoltre, ognuno ha le sue piccole differenze grazie ai modelli e alle armi unici. Dopo tutto, una frusta non viene usata allo stesso modo di un coltello o di una katana. Puoi anche usare l'arredamento per eseguire azioni specifiche (mettere su un lampadario e lasciarlo cadere su Shadows, ad esempio, è tanto pratico quanto elegante, che si abbina perfettamente ai Phantom Thieves) e soddisfacendo determinate condizioni., Abbiamo alcune speciali attacchi tanto eleganti quanto spettacolari. Andremo più nel dettaglio durante la nostra prova, pur valutando a lungo termine se la classica ripetitività del genere si avverta nel tempo ma durante questo inizio di gioco ci siamo divertiti molto nelle tante battaglie, soprattutto quella dei nemici non sono neanche lontanamente ovvie come si potrebbe pensare. Certo, spesso possiamo curare noi stessi e abbiamo molti checkpoint, ma non pensare a martellare i pulsanti senza pensare troppo perché le ombre chiaramente non fanno regali. Non è raro vedere i suoi punti vita calare drasticamente in pochi secondi e vedere i suoi compagni cadere in battaglia, anche contro semplici mini boss. Sfida e divertimento assicurati, sperando che sia così fino alla fine dell'avventura.




Per quanto riguarda la meccanica dei giochi di ruolo, è più limitata rispetto a Persona 5 ma ce lo aspettavamo inevitabilmente visto il genere, e non è neanche questo l'obiettivo di questo spin-off. È meglio chiarire, invece, per chi si aspetta un vero 5-2 Persona. Sì, saliamo di livello, possiamo acquistare / trovare equipaggiamento per aggiornare Phantom Thieves, aggiornare i collegamenti per ottenere nuove abilità, ottenere diverse Personas e quant'altro, ma non credo che le tue scelte e connessioni saranno così profonde come in Persona 5 o Persona 5 Royal. Inoltre, in quest'ultimo, bisogna prestare attenzione al programma e non perdere troppo tempo facendo cose inutili, pena possibili complicazioni. In Persona 5 Strikers, è molto più lineare e interventista. Inoltre le Prigioni sono meno pericolose dei Palazzi, nel senso che si può lasciarle ad ogni posto di blocco e ritornarvi subito con la squadra che ha ritrovato la piena forma, senza che un momento della giornata sia passato nel mondo reale. Questo potrebbe dispiacere a chi voleva un'esperienza quasi in linea con l'RPG originale ma alla fine corrisponde meglio allo spirito di Persona 5 Strikers che va più all'essenziale e alla semplicità, senza però essere un Musou puro e duro. In ogni caso, le prime ore prefigurano un gioco d'azione solido ed efficiente che ha mantenuto i punti di forza di Persona 5. Questo è tutto ciò che volevamo.

Senza dubbio, abbiamo a che fare con un gioco di Persona.

Persona 5 su Switch, cosa offre?

Qualche parola sulla resa grafica della versione per Nintendo Switch di Persona 5 Strikers. Abbiamo preferito provare questa versione piuttosto che quella su PlayStation 4 o su PC, alla fine non ci rimpiangiamo quasi nulla. Portage perfetto? Sfortunatamente no, sono state fatte alcune concessioni affinché il gioco funzionasse sull'ultimo figlio di Nintendo: aliasing abbastanza presente, 30 fotogrammi al secondo invece di 60, distanza di visualizzazione imperfetta, alcune trame sotto ... può essere spaventoso ma quando vedi il risultato nella vita reale, specialmente su un laptop (se vuoi giocare principalmente su un grande schermo, preferisci le altre versioni), puoi goderti lo spettacolo. La fluidità è costantemente buona (un fatto piuttosto raro per un gioco Omega Force, anche Hyrule Warriors: The Age of the Scourge, per quanto esclusivo per Nintendo Switch, era meno buono su questo lato) con cali molto rari anche in portatile, il rendering rimane abbastanza pulito nonostante una risoluzione al di sotto della concorrenza, gli effetti visivi ei modelli rimangono nel complesso intatti e la direzione artistica, sebbene meno impressionante di quella di Persona 5 Royal, fa il suo effetto e mantiene una forte identità grazie ad un anime misto che rende realistico e fantasioso decori. Sì, Nintendo Switch è in grado di fare di meglio e questo Persona 5 Strikers avrebbe potuto avere più successo visivamente parlando. Così com'è, è ancora piacevole da guardare e durante alcuni passaggi sa persino imporsi grazie a una pletora di azioni sovralimentate, i suoi set incantevoli e le cutscene ben messe in scena.

Finiamo con la musica, che ha notevolmente contribuito al fascino di Persona 5 (Royal). State tranquilli, con Persona 5 Strikers, troviamo le stesse sensazioni a questo livello grazie a composizioni semplicemente deliziose. Oltre ad alcune cover, abbiamo brani inediti totalmente nel tono dell'avventura precedente, con a volte più rock per restare fedeli al tema Warriors e funziona davvero bene, il che rende i combattimenti ancora più soddisfacenti. Che piacere far aderire le azioni al più aggressivo Last Surprise o Blooming Villain, adrenalina garantita. Infine, troviamo le voci di base inglese e giapponese, che rimangono di alta qualità.

La direzione artistica è davvero ben riuscita.

Verdetto: non possiamo (davvero) aspettare

Se è ancora troppo presto per commentare completamente Persona 5 Strikers, il suo contenuto promette di essere coerente, le nostre prime ore sul gioco di Omega Force non potrebbero essere più soddisfacenti. L'atmosfera di Persona 5 mista alla salsa Warriors, che non presagiva necessariamente il meglio ma alla fine, osando pensare fuori dagli schemi, lo sviluppatore propone uno spin-off abbastanza diverso dagli altri giochi del genere. Verdetto finale a breve ma per il momento possiamo già dire che Persona 5 Strikers saprà regalare un bel momento agli estimatori dei Phantom Thieves, in quanto degno dell'RPG di Atlus.



Aggiungi un commento a partire dal ANTEPRIMA | Su un Testé Persona 5 Strikers su Nintendo Switch
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.